.
Annunci online

  DAWOR a volo libero
 
Diario
 


a volo libero

L'uomo libero non ha esitazioni e non si guarda mai indietro
perchè sa che non c'è nulla nel futuro e nulla nel passato
che  possa scuotere la sua libertà.
La libertà non gli appartiene,non la  possiede e non ne è  posseduto.
E siccome non  si  guarda mai indietro
si dice che le sue azioni non lasciano traccia
come un uccello che attraversa l'aria.

Nuova pagina 1


WWW.DAWOR.COM

WWW.DAWOR.COM





   Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.


31 maggio 2007

Mia Divina !

sospinto tra le foglie


note cadute dal paradiso


delle mie fantasie sputtanate


vecchio giovane Principe


sull’affaccio del già stato


in volo verso te,Mia Divina


come un colore


evaso alla catalogazione


come quella strana pressione notturna


che ti fa alzare


e sederti al tavolo della cucina


il capo tra le mani


e anelli saturnini


a cerchiarti il bello degli occhi


tutto mi sospingo al tuo stupore


camuffato da sogno


in viaggio


attraverso le molte regioni


del tuo cuore


col mio spettacolo


di seppie ammaestrate





permalink | inviato da il 31/5/2007 alle 11:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa


19 maggio 2007

piccolo racconto cannibale

Domenica mattina.
Suonano alla porta.
Due ragazze con libri ed opuscoli.
Esordiscono :
"noi veniamo per farti uscire

dalle tenebre" .

Testimoni di Geova.
Benissimo.
Le faccio entrare nel mio tugurio.
Accendo il fuoco e preparo

un pò di condimento.
ANCHE OGGI SI MANGIA !


 


" Se è certa la morte per chi è nato,
è certa la rinascita del morto.
L’inevitabile non deve affliggerti. "




permalink | inviato da il 19/5/2007 alle 11:23 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa


9 maggio 2007



lei mi schiaccia,lei è leggera
e forse ogni attimo di ciò che chiamiamo “pace”
è in realtà solo una breve tregua
tra un errore e l’altro
lungo un cammino sicuramente sprovvisto
di un qualche punto d’arrivo
lei ha lo scettro,lei ride felice
ed io come faccio a raggiungerla
se non riesco nemmeno
a raggiungere il mio nome,anzi
nemmeno un nome qualsiasi
come “destino” per esempio

lei è l’insetto,io sono l’amore
i cieli che attraversa
(a ragione) li crede tutti suoi
e invece non sono di nessuno
e invece sono miei
e invece (a sorpresa)sono DAVVERO SUOI
e invece l’aria è il mio sangue
perchè io sono dio,neutro alla sofferenza
se nessuna puntura
può farmi soffrire

“Non sono ‘insetto’ e non conosco la sua strada,
sono uomo e cerco di leggere la mia..”

chissà se lei
riesce lontanamente ad immaginare
il bene che questo io-dio le vuole ?



assolutamente sì - (libero cielo)
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
Questo va in alto - lo si deve lodare !
Quello invece viene sempre dall'alto !
Egli vive al di là di ogni lode,
è di lassù ! (F.W.N.)




permalink | inviato da il 9/5/2007 alle 10:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa


6 maggio 2007

uno dei miei video preferiti



Basta che clikki sulla foto !

Röyksopp - What Else is There

It was me on that road
But you couldn`t see me
Too many lights out, but nowhere near here

It was me on that road
Still you couldn`t see me
And then flashlights and explosions

Roads are getting nearer
We cover distance but not together
I am the storm and I am the wonder
And the flashlights, nigthmares
And sudden explosions

I don't know what more to ask for
I was given just one wish

It's about you and the sun
A morning run
The story of my maker
What have I and what I ache for

I`ve got a golden ear
I cut and I spear
And what else is there
Roads are getting nearer
We cover distance still not together

If I am the storm if I am the wonder
Will I have flashlights, nightmares
And sudden explosions

There is no room where I can go and
You`ve got secrets too

I don`t know what more to ask for
I was given just one wish




permalink | inviato da il 6/5/2007 alle 17:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa


6 maggio 2007

come un sorriso dalla luce

appoggiami il tuo amore

sotto questa apertura dorata del cielo

mente di nessuno

zigrinata essenza del bello

che l’aspetto non conta

per  fuoruscite filigrane in rilievo

 come siamo noi

che soffriamo il torbido

di tutte queste razze d’idioti

a circondarci nei giorni

che pure continuiamo a vivere

sublimando il tempo in compassione

tra le rovine senza senso

delle cose penzolanti dei sogni

(io da un buio completo di rovi

tutto mi protendo al desiderio)

le mani sanguinanti

sono utili ai piccoli frutti rossi

offerti alle mie labbra

da cui procedono fragole carnivore

portate da lunghe file

di misteriche formiche stellari

mentre ancora t’infrangi

ripetendo all’infinito un’azione

d’acqua perduta ed irraggiungibile

contro la scogliera trismegista

dei sapienti fuochi che accendo

col solo fiato d’un lieve controllo

della sapienza egizia

dalle cui vivide spire

tutto mi lascio avvolgere

come un sorriso dalla luce



“I pensieri sono fuori dalla mente” (Frege).




permalink | inviato da il 6/5/2007 alle 13:42 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


3 maggio 2007



magia che non so dire

e che non so fare
però canto tra le biglie
mi ergo sulle onde
e ne scruto i cavalli,cavallo
di un caso a grosse zampe
reclamo il mare,ne pretendo la magia
alle volte ritorno,altre
della sala sono il soffitto e ondulo
disseccando col mio sale
entrambi i fichi maturi
glassatore della sessualità
che non so dire – che non so fare
che un mantice
mi ruba l’aria dai polmoni
impedendomi di essere
in perenne ascolto di me stesso
come salente pulviscolo che pizzica
ciò di cui sono composto
è meno semplice dell’acqua
e più accecante
d’una mia presunta spavalderia




permalink | inviato da il 3/5/2007 alle 13:6 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa


2 maggio 2007

vado veramente bene - così ?



mi piace la musica
mi piace
come fai suonare le tue biglie
mi piaci tu,mi piace la vita
la vibrazione della rotazione
la vibrazione della rotazione
l’affascinante immobilità
delle tue apparenti sospensioni
mi piace la musica
quando l’amore è la frequenza
rotea anche l’indifferenza
e la musica da ondulatoria
diventa divina
ed io da cavallo
mi trasformo in cristallo d’aria
e tutto vibro con briglie
tra le biglie mi sospendo




permalink | inviato da il 2/5/2007 alle 11:25 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa

sfoglia     aprile        giugno
 

 rubriche

Diario

 autore

Ultime cose
Il mio profilo

 link

Beppe Grillo
Animalandia
Glun
Kiki
Kurtz
Un Mondo nel Mondo
Kinglear
Bio Iannozzi
Iperurano
Signora delle ore oscure
Aislinn
Marco Travaglio
Milliz
Giuliasalis
Gentecattiva
Corpolibero
Funambola
Dilwica
Marla
Artepuma

Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0

Feed ATOM di questo blog Atom