Blog: http://DAWOR.ilcannocchiale.it

...anche

non si sblocca dentro
non cambia,non molla
non mi rende ancora dio
non mi rende ancora dio

è un aquilone
nascosto tra le nubi
la Conoscenza
avviene per caso
come ogni nostra vita
ti chiedo : rendimi semplice
non aggiungo : tolgo,tolgo
e ti chiedo : rendimi trasparente

non molla la presa
è tagliente,perfetto,lunare
non mi rende ancora dio
non mi rende ancora dio

la mia mano
tastava il fondo dell’anfora
ricordo,turchia,un sito
detriti di bellezza,ora
un inutile pulviscolo
mescolato all’acqua,fanghiglia
mentre un inglese
suonava uno strano strumento a 4 corde
al centro dell’anfiteatro
io stavo fermo,ricordo
adesso è un altro tempo

anche grigio di stelle grigie,anche

non cambia d’intensità
mi banalizza,mi preme contro
non mi rende ancora dio
non mi rende ancora dio

e artigliandomi dentro,dice che vivere
non è aggiungere tempo
al tempo già immagazzinato
ma sottrarre l’eccedenza di noia
fino alla perfetta consumazione

anche stufo di masticare,masticare,anche
di stirare delicatamente i rifiuti
e poi depositarli nel portafogli,anche


Pubblicato il 6/6/2007 alle 11.47 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web