Blog: http://DAWOR.ilcannocchiale.it

* nell'abbraccio

lungo la dorsale

d’una scarica elettrica

di vibrazioni sincrone

procediamo abbracciati

fino al mio addormentamento

* mi distacco e so

l’ingresso segreto dei mostri

attraverso i fori della testa

e mi presto alle loro istruzioni

* strumento casuale so

d’arrivare ad un certo punto

dopo un paio di curve strette

fino ad uno spiazzo

tra le rocce a picco sul mare

da cui la vista

può andare in gran lontananza

e so

che se avrò posteggiato la macchina

e dopo alcuni passi

respirato quella brezza di sale,fichi

e aromi d’erbe secche

dopo essermi un pò sgranchito

le ossa stanche e respirato

appoggiato al guardrail di metallo

so perfettamente

che se guarderò in basso

vedrò un nudo corpo di donna

accennato tra rami e cespugli

appena spazzolato leggermente

dai rimasugli della coscienza

che in verticale

sembrerà e vorrà ipnotizzarmi

per come protenderà

verso il mio stupore

le sue lunghe braccia affusolate

e barcollerò,lo so

in quel momento penserò a fatica

focalizzando sotto il diaframma

concatenazioni di stelle ballerine

il cui plesso solare

sarà il macello divino

d’ogni mia sensazione

tra i soffici tendaggi d’oro

sventolati dallo sbadiglio dei precipizi

sentirò come un vino nella mente

e la mia vigile soddisfazione

s’accenderà di fiammelle benigne

e mi sentirò meno fermo sulle gambe

e se sarò solo

e nessuno potrà tirarmi via da lì

passerò sopra la ringhiera

dapprima con una gamba

e poi con l’altra

e poi con una spinta ...giù

nell’abbraccio dell’Emozione

...giù di faccia

verso l’abisso sorridente

naso fendente l’irrisolto

Pubblicato il 20/6/2007 alle 9.7 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web